logo scritta Energy Lab.

DOMANDE FREQUENTI

Ho smarrito le mie credenziali di accesso al portale di un Ente. Cosa devo fare?

Questa è una delle domande più ricorrenti tra i nostri clienti. Ciascuno degli Enti coinvolti nella gestione di un impianto fotovoltaico, mette a disposizione degli utenti un portale, accessibile mediante credenziali univoche. Utilizzandole raramente, è facile dimenticarle o fare confusione e purtroppo l'iter di recupero non sempre è intuitivo. Ener Team ti assiste nel recupero delle credenziali oppure, tramite delega, può gestire interamente i tuoi portali così che non siano più una preoccupazione.

Ho ricevuto una richiesta di emissione di fattura dal GSE per la cessione di energia alla rete. Cosa devo fare?

Dal 2019 il processo di fatturazione da parte del GSE nei confronti degli operatori è diventato completamente digitale e standardizzato. Molti hanno definito "poco comprensibile" l’iter procedurale adottato dal GSE. I nostri incaricati sono a tua disposizione anche per queste esigenze.

Ho ricevuto una fattura dal GSE. Di cosa si tratta?

Nella maggior parte dei casi si tratta di fatture per lo svolgimento di attività di gestione, verifica e controllo inerenti ai meccanismi di incentivazione e di sostegno. Riceverai una fattura anche se hai un impianto incentivato e hai compiuto particolari lavori di repowering o revamping.

Ho cambiato Banca, come posso inviare richiesta di variazione IBAN?

Il cambio IBAN non ha un iter procedurale estremamente complicato e si può effettuare direttamente sul portale del GSE. La procedura è più complessa in presenza di cessione del credito.

Il GSE ha interrotto i pagamenti del contributo, perché?

Le cause della sospensione dei contributi possono essere molteplici, da una dichiarazione Antimafia mancante o incompleta ad una mancata comunicazione del gestore di rete. L’esperienza è fondamentale per riattivare e recuperare i pagamenti sospesi in breve tempo.

Ho ricevuto una notifica di sospensione del contributo da parte del GSE. Cosa devo fare?

Di solito la notifica di sospensione arriva 30 giorni prima dell’interruzione dei versamenti. Occorre agire tempestivamente per comprendere la causa della sospensione e avviare tutte le comunicazioni e le pratiche necessarie per ripristinare la normale erogazione.

Come faccio a sapere se devo versare il contributo ad Arera?

Il contributo annuale da versare ad ARERA è calcolato in base ai ricavi derivanti dalla vendita di energia del tuo impianto. Generalmente solo i proprietari di grandi impianti sono tenuti al versamento, ma tutti coloro che possiedono impianti inferiori a 100 kWp sono comunque obbligati a elaborare una pratica sul portale ARERA.

Mi hanno sostituito il contatore di produzione / cessione. Cosa devo fare?

Se i misuratori rimossi e sostituiti sono di un impianto di potenza superiore ai 20kWp bisognerà comunicarlo all’Agenzia delle Dogane producendo dei documenti per gli impianti fotovoltaici in semplice codice ditta o altri più corposi se l’impianto è in Licenza di Officina Elettrica.

Con quale cadenza è consigliato rilevare le letture dei contatori?

Le letture dei contatori vanno rilevate e riportate nel registro di produzione e consumo l’ultimo giorno del mese, salvo accordi differenti specificati nei verbali di verifica.

Ho ricevuto una sanzione da parte delle Dogane, cosa devo fare?

Le sanzioni da parte delle Dogane sono causate da errori nella compilazione del registro di “produzione e consumo” e relativa dichiarazione, o anche da omissioni, versamenti errati di ACCISE o diritti. Ener Team, verificando quanto comunicato alle Dogane, è in grado di intervenire preventivamente risparmiando fino al 90% della sanzione.

Il mio contatore non funziona. Cosa devo fare?

In caso di contatore non funzionante o display rovinato è possibile contattare il proprio gestore di rete, tramite il numero 803 500 (e-distribuzione), disponibile 24 ore su 24, o la propria Area Riservata nel Portale, il quale è tenuto alla sostituzione gratuita del contatore. E' importante notare che la procedura, pur essendo relativamente semplice, può richiedere diverso tempo.

Mi sono accorto che è stato sostituito il contatore a mia insaputa; nessuno mi ha fornito il verbale di sostituzione. Cosa devo fare?

Per essere conformi alle ultime Direttive Europee in ambito di efficienza energetica, molti Gestori di Rete stanno provvedendo alla sostituzione dei contatori. Considerando che i contatori sono di proprietà del Gestore di Rete capita spesso che tale sostituzione avvenga senza alcun rendiconto. Solitamente si riceve una comunicazione 5 giorni prima della sostituzione e, una volta completata, è possibile visualizzare il verbale di sostituzione per via telematica nell'Area Riservata del proprio gestore. Molto spesso tali verbali non sono correttamente caricati a portale e questo comporta potenziali rischi. Ener Team può contattare in tua vece il gestore per risolvere il problema.

Ho ricevuto una fattura da E-distribuzione 'servizio di misura dell'energia elettrica', cos'è?

Dal 2016 i gestori di rete sono gli unici soggetti autorizzati a rilevare e conservare le letture dei contatori e comunicarle al GSE. L'importo della fattura dipende dall'impianto e comprende l'installazione e manutenzione dei contatori, la raccolta delle misure dell'energia elettrica immessa e prelevata e la validazione, registrazione e messa a disposizione delle misure dell'energia elettrica. Il pagamento si può effettuare con diverse modalità e varia in base alla zona geografica di riferimento.

Mi sono scordato di prendere una lettura del contatore, come mi devo comportare?

E' comprensibile scordarsi di prendere delle letture, d'altronte il tuo impianto fotovoltaico non è la tua attività principale. Eppure è una pratica necessaria dal momento che le ispezioni delle Dogane non vengono notificate, ed eventuali dimenticanze o errori potrebbero risultare in una multa salata. Enerteam srl ti ricorda le scadenze e ti aiuta a recuperare le letture passate, in modo che il tuo impianto sia sempre a norma.

Mi sono accorto di un errore di trascrizione nel registro, posso sbianchettare?

Assolutamente no! Bisogna seguire una procedura specifica per correggere gli errori di trascrizione nel registro. Spesso è poi difficile accorgersi di eventuali errori, un altro motivo dell'importanza di avere un partner affidabile e un sistema di monitoraggio efficiente, in grado di fare controlli incrociati tra i dati trascritti sul registro e il telecontrollo.

Ho ricevuto una notifica di ispezione da parte del GSE, cosa posso fare?

E' importante agire per tempo ed arrivare preparati, con tutta la documentazione necessaria e in regola al giorno dell'ispezione. Ener Team ti segue durante l'intero processo, per salvaguardare al meglio gli incentivi del tuo impianto fotovoltaico.
Qui trovi la banca dati degli interventi del GSE

Dev'essere presente l'elettricista aziendale durante la manutenzione?

Non è necessaria la presenza dell'elettricista aziendale dal momento che i nostri tecnici sono già altamente specializzati. L'unica necessità è che per l'accesso alla copertura e ai locali relativi all'impianto fotovoltaico sia garantita la sicurezza degli operatori.

Quanto dura la manutenzione?

La durata dell'intervento dipende in primo luogo dalle dimensioni dell'impianto. Le tempistiche potrebbero prolungarsi anche nel caso in cui l'impianto fosse stato precedentemente trascurato e necessitasse di un'analisi più accurata.

Devo staccare la corrente durante la manutenzione?

Non è necessario staccare la corrente per la manutenzione ordinaria, in questo modo la tua azienda è libera di continuare tutte le sue attività normalmente.

Quante volte l'anno (e quando) devo fare manutenzione?

Generalmente è consigliata almeno una volta l'anno, in caso di grandi impianti o esigenze particolari anche due volte l'anno. Il momento migliore per effettuare manutenzioni è quello appena precedente al periodo di massima resa dell'impianto, ovvero ad inizio primavera.

La manutenzione è obbligatoria?

Una manutenzione, con intervalli periodici variabili in base alla tipologia di impianto, è obbligatoria per questioni di sicurezza. Noi la consigliamo comunque caldamente a tutti i nostri clienti dal momento che è uno dei modi migliore per tutelare il proprio investimento.

Ho un impianto ormai da diversi anni, dovrei valutare il revamping?

Un'azienda deve necessariamente ragionare in un'ottica di profitto e rientro dei costi. Se hai un impianto da parecchi anni e non hai mai fatto interventi di revamping la risposta è 'probabilmente sì', è importante comunque fare un'analisi approfondita di quanto costerebbero tali interventi, di quanto aumenterebbe la produzione di energia e conseguentemente il tempo necessario per il rientro dell'investimento compiuto.

Se faccio un intervento di revamping posso mantenere gli incentivi del GSE?

Le operazioni di revamping per gli impianti incentivati sono interventi complessi. Bisogna rispettare diversi parametri che confermino la permanenza dei requisiti per il mantenimento della convenzione di Conto Energia. Nel peggiore dei casi si potrebbero anche perdere gli incentivi del GSE, è quindi altamente consigliato affidarsi a degli esperti del settore in grado di massimizzare i ricavi del tuo impianto rimanendo a norma.

Mi hanno proposto di riparare gli inverter così da risparmiare, dovrei accettare?

A differenza dei moduli, che oggi possono raggiungere anche i 30 anni di vita utile, gli inverter sono componenti più delicati. Una volta scaduta la garanzia sconsigliamo ai nostri clienti la riparazione degli inverter, poiché riteniamo che la stessa si riveli un'operazione costosa e poco vantaggiosa. Solitamente è più conveniente sostituirli con altri di ultima generazione, guadagnando così anni di garanzia e prodotti tecnologicamente più performanti.

Devo comunicare i lavori di manutenzione straordinaria al GSE?

I lavori di manutenzione vanno comunicati nel caso di un impianto che al tempo in cui è stato realizzato ha stipulato una convenzione di Conto Energia con il GSE, e quando riguardano i componenti principali dell'impianto, ovvero moduli e inverter. Per le piccole riparazioni non si è tenuti ad inviare alcun tipo di comunicazione al GSE. E' buona norma comunque mantenere tutta la documentazione legata agli interventi compiuti nel tuo impianto.

Da cosa è dovuta la frequenza con cui vanno puliti i pannelli?

La frequenza con cui vanno i puliti i pannelli dipende principalmente dalla collocazione geografica del tuo impianto fotovoltaico. Se i pannelli sono installati in una zona marina, vicino ad alberi, stabilimenti industriali o agenti naturali di varia entità potrebbero essere necessarie pulizie più frequenti. Generalmente è consigliata una volta l'anno, non durante il periodo invernale, quando pioggia e vento possono, parzialmente, aiutare nella pulizia.

Come pulire i pannelli?

Per pulire i pannelli non sono necessari prodotti chimici particolari. I nostri addetti alle pulizie, tutti dotati di certificazioni per lavorare in quota, arrivano provvisti di autocisterna con acqua osmotizzata, ideale per essere certi di non rilasciare residui calcarei o altri sali minerali che potrebbero risultare deleteri, e spazzole rotanti. In alcuni casi, soprattuto se un impianto è stato trascurato nel tempo, potrebbe essere necessaria una pulizia più approfondita con prodotti specifici.

Ho spazio a sufficienza per i pannelli?

In media per produrre 1 kW servono circa 4 pannelli, che occupano 6-7 mq su un tetto a falde e 9-10 mq su un lastrico piano. Il dato può variare in base alle tecnologie utilizzate e al posizionamento dei singoli moduli. La struttura e la posizione geografica della tua azienda sono altre due componenti fondamentali da prendere in considerazione. E' necessaria un'analisi accurata dell’orientamento e dell’inclinazione della falda del tetto e possibili ombreggiamenti dovuti a comignoli, antenne, alberi o costruzioni limitrofe che potrebbero influenzare la produzione dell’impianto.

Quando ho più bisogno di energia?

Il maggior ritorno economico di un impianto fotovoltaico si ottiene tramite l'autoconsumo, quando cioè si consuma elettricità nel momento stesso in cui questa viene prodotta dai pannelli. Per tale motivo un'azienda con un alto consumo di energia elettrica durante l'orario diurno o durante i mesi estivi è la candidata ideale per l'installazione del fotovoltaico.Se la tua azienda ha alti consumi elettrici notturni o nei mesi invernali dovresti comunque considerare il fotovoltaico, tenendo conto di poter usufruire della convenzione di scambio sul posto .

Quanta energia consumo?

Il fotovoltaico è un investimento adatto a ciascun tipo di impresa. Che tu abbia necessità di energia per alimentare degli uffici o dei macchinari industriali è possibile trovare una soluzione adatta alle tue esigenze. E' importante notare che più il consumo d'energia è elevato maggiore è il potenziale ritorno economico derivante dall'installazione di un impianto fotovoltaico.

CONTATTACI

Il nostro know-how, gratuitamente

Un servizio di consulenza gratuito, personalizzato e in presenza. 
Nel 90% dei casi troviamo un modo per farti risparmiare.